Il media di riferimento per le donne moderne: il sito dedicato alle mamme di oggi e domani, dove trovare consigli, ispirazioni e supporto.

A come amore (pensando a Giulia)

Questo articolo è stato letto 6805  volte

Redazione esterna

Come psichiatra infantile, ritengo che sia fondamentale educare i giovani a riconoscere e a costruire relazioni sane.
Articolo scritto da una lettrice di OKmamma, psichiata infantile di Fano. 

L'intensità del primo amore

Come psichiatra infantile, ho avuto l’opportunità di osservare e comprendere da vicino le dinamiche emotive dei bambini e degli adolescenti, specialmente in relazione ai loro primi amori. Queste esperienze, sia nei bambini più piccoli che negli adolescenti, sono fondamentali per il loro sviluppo emotivo e sociale e meritano una riflessione approfondita.

Nei bambini più piccoli, l’innamoramento si manifesta in maniera diversa rispetto agli adolescenti. Questi sentimenti precoci sono caratterizzati da una purezza e semplicità uniche, privi di connotazioni sessuali. I bambini esprimono le loro emozioni attraverso la gelosia, la preferenza per un amico speciale, o l’imbarazzo, segnando così i primi passi nella comprensione delle relazioni interpersonali. È interessante notare come, già in questa tenera età, inizino a manifestare il pudore e una maggiore consapevolezza della propria intimità, segnando una differenziazione tra i sessi e tra sé e gli adulti. Questo cambiamento segna una differenziazione più netta tra i sessi e tra sé e gli adulti. Dai sette anni in poi, il senso del pudore diventa più radicato, e i bambini iniziano a custodire la propria intimità con maggiore consapevolezza. Inoltre, i bambini iniziano a distinguere tra l’amore e l’amicizia. Molti di loro hanno un amico del cuore con cui condividono segreti e pensieri, mentre l’innamorato è colui o colei a cui pensano quando sono lontani. Questa capacità di distinguere tra diversi tipi di relazioni affettive è un passo importante nello sviluppo emotivo dei bambini.

Man mano che i bambini crescono e si avvicinano all’adolescenza, questi sentimenti si evolvono. L’adolescenza porta con sé un’innamoramento più intenso e assorbente, spesso vissuto in modo fusionale. Questa fase è caratterizzata da un forte bisogno di riconoscimento e da una ricerca di identità, che si esprime anche attraverso le relazioni affettive. È interessante osservare le differenze di genere in questa fase: mentre le ragazze tendono a condividere le loro esperienze con le amiche e anche i genitori, i ragazzi possono esprimere i loro sentimenti in modi diversi, ma talvolta sono più restii a parlarne in famiglia.

Tuttavia, è cruciale che i genitori non minimizzino o sminuiscano i sentimenti dei loro figli, ma piuttosto mostrino empatia e comprensione. Dovrebbero rispettare queste tappe evolutive, offrendo supporto e mantenendo un dialogo aperto, senza però diventare eccessivamente invadenti e senza mai giudicare. È fondamentale che i genitori rimangano figure autorevoli e di riferimento, stabilendo limiti chiari ma molto flessibili. Inoltre, è bene non “ridere” o prendere troppo scherzosamente quello che ci stanno esprimendo i nostri ragazzi: per loro quello è un sentimento profondo e vero.  Posso affermare con assoluta certezza che i primi amori dei bambini e degli adolescenti sono esperienze ricche e complesse, che richiedono sensibilità, comprensione e supporto da parte dei genitori. Questi momenti, se navigati con cura, possono portare a una crescita significativa sia per i giovani che per le loro famiglie, segnando passi importanti nel loro cammino verso l’età adulta.

Vorrei avvicinarmi alla fine di questo articolo pensando a Giulia e scrivere qualche riga sugli amori malati, ma per farlo vorrei partire dagli amori sani, ricordando che in una relazione sana i partner si supportano a vicenda, comunicano efficacemente e trovano insieme soluzioni ai problemi. La comunicazione è fondamentale, e anche i litigi, se affrontati insieme, possono rientrare in un rapporto sano. In un amore sano, i partner danno il meglio di loro stessi, rispettandosi e accettandosi reciprocamente. Un amore sano non controlla, non esclude, non trattiene, non umilia.

Tuttavia, non tutti sono in grado di instaurare relazioni sane. Secondo la teoria dell’attaccamento di Bowlby, il tipo di legame sviluppato con i genitori durante l’infanzia può influenzare le relazioni future. I bambini che hanno sviluppato legami d’attaccamento sicuri tendono a essere capaci di sviluppare rapporti sani da adulti. Al contrario, chi non si è sentito amato e incoraggiato può ritrovarsi in relazioni non sane, cercando inconsciamente qualcuno su cui riversare le proprie insoddisfazioni.

Un amore malato è caratterizzato da controllo, manipolazione e prevaricazione da parte di uno dei partner. Chi vive un amore malato è costantemente controllato da un partner possessivo, che cerca di escludere terzi dalla relazione. Questo tipo di amore genera insicurezza, senso di inadeguatezza, irritabilità, ansia e disturbi del sonno. In questi rapporti, spesso il partner dominante antepone i propri bisogni a quelli dell’altro (addirittura a quelli dei figli), e la comunicazione è scarsa o assente.

Per chi vive un amore malato, è fondamentale riconoscere la natura del proprio rapporto. Porsi domande come “Siamo davvero felici?”, “Riusciamo ad essere noi stessi?”, “C’è una buona comunicazione con l’altro?” può aiutare a raggiungere una maggiore consapevolezza della situazione. Se si realizza che il rapporto manca delle basi per un rapporto sano, può essere necessario porvi fine. Ricordare che tutti meritiamo un amore che ci faccia stare bene è essenziale.

In definitiva, ritengo che sia fondamentale educare i giovani a riconoscere e a costruire relazioni sane. Questo include non solo promuovere la comprensione e la comunicazione ma anche insegnare a riconoscere i segnali di un amore malato. Un approccio informato e consapevole alle relazioni può aiutare i giovani, sin da piccoli, a evitare le trappole degli amori malati e a costruire relazioni più sane, rispettose e soddisfacenti in futuro.

Chi ama rispetta. Chi rispetta ama.

Giulia nel cuore.

Non perderti le novità

Contenuti di questa pagina

Inserisci nuovi elementi al tuo articolo n°9006

PROMO € 15

  • Inserisci un link esterno con proprietà Nofollow,
  • Incorpora un video Youtube
  • Carica altre 2 immagini