Il media di riferimento per le donne moderne: il sito dedicato alle mamme di oggi e domani, dove trovare consigli, ispirazioni e supporto.

Candida Albicans: come riconoscerla

Questo articolo è stato letto +15K  volte

OKmamma

Ascoltare il proprio corpo e conoscerne i segnali è un passo importante per mantenere la propria salute in equilibrio e vivere una vita più felice e sana.

Che cos'è la Candida Albicans ?

La Candida Albicans è un fungo appartenente alla famiglia dei Saccaromiceti, presente in diverse zone del nostro corpo, come la mucosa orale, la mucosa vaginale e soprattutto a livello intestinale. La Candida non è dannosa di per sé, ma può diventare problematica quando la sua crescita diventa eccessiva e sregolata.

Scopriremo insieme i segnali che il nostro corpo ci manda per indicarci un’eccessiva crescita di questo fungo.

I segnali di un'eccessiva crescita

Ecco alcuni segnali che potrebbero indicare un’eccessiva crescita di Candida Albicans nel nostro corpo. Ricordate però che questi sintomi potrebbero anche essere legati ad altre patologie, quindi è sempre importante consultare il proprio medico.

Peggioramento delle allergie: un aumento delle reazioni allergiche potrebbe essere legato all’eccesso di Candida.

Sintomi gastroenterici: gonfiore intestinale, diarrea o stitichezza possono essere causati da un eccesso di Candida.

Intolleranze alimentari: la Candida può scatenare la permeabilità intestinale, causando intolleranze alimentari.

Mal di testa ed emicrania: questi disturbi potrebbero essere correlati all’eccesso di Candida.

Sinusite e congestioni nasali: un’eccessiva crescita di Candida può provocare problemi alle alte vie respiratorie.

Infezioni ricorrenti: se si soffre spesso di mal di gola o infezioni all’orecchio, potrebbe essere legato alla Candida.

Pruriti: la Candida può causare prurito, soprattutto nelle ore notturne o dopo la doccia.

Micosi cutanee e onicomicosi: queste infezioni possono essere correlate a un’eccessiva crescita di Candida.

Squilibri ormonali: sindrome premestruale, dismenorrea e irregolarità del ciclo possono essere causati dalla Candida.

Problemi cognitivi: annebbiamento mentale, scarsa concentrazione e memorizzazione possono derivare da un eccesso di Candida.

Cambiamenti d’umore: depressione e ansietà possono essere provocati dalla Candida.

Voglia eccessiva di zuccheri: la Candida si nutre di zuccheri raffinati e alcol, quindi un desiderio eccessivo di dolci potrebbe essere legato alla sua presenza.

Se notate numerosi di questi sintomi parlatene con il vostro medico di base, o anche al farmacista o a un naturopata, perché potrebbe essere necessario un trattamento per riportare il vostro organismo in equilibrio, che può includere una modifica all’alimentazione, l’integrazione di probiotici e, se necessario, farmaci specifici. L’obiettivo è riequilibrare la flora batterica intestinale, senza eliminare completamente la Candida.

Per prevenire un’eccessiva crescita di Candida, è importante seguire uno stile di vita sano, che includa un’alimentazione equilibrata, ricca di frutta, verdura e cereali integrali, e povera di zuccheri raffinati e alcolici. E’ fondamentale inoltre avere una buona igiene personale, dormire a sufficienza e gestire lo stress in modo efficace.

Ascoltare il proprio corpo e conoscerne i segnali è un passo importante per mantenere la propria salute in equilibrio e vivere una vita più felice e sana.

Non perderti le novità

Contenuti di questa pagina

Inserisci nuovi elementi al tuo articolo n°3904

PROMO € 15

Pubblica nella categoria di pregio, inserisci un link esterno con proprietà dofollow, incorpora un video Youtube e carica altre 2 immagini