Il media di riferimento per le donne moderne: il sito dedicato alle mamme di oggi e domani, dove trovare consigli, ispirazioni e supporto.

La nascita dello stato di Israele. Le date importanti

Questo articolo è stato letto 3403  volte

OKmamma

la nascita e la storia dello stato di Israele sono state segnate da momenti di speranza e periodi di conflitto. Nonostante le sfide e la tremenda guerra in corso, continuiamo a sperare in un futuro di pace e prosperità per tutti gli abitanti della regione.

Una storia di speranza e conflitto, iniziato il 70 dC

Da quando Gerusalemme fu distrutta nel 70 d.C. dall’imperatore Tito, gli Ebrei persero il suo stato. Da quel momento, vagarono per l’Europa, vivendo la diaspora, la dispersione. A Gerusalemme e nei suoi dintorni, la loro presenza divenne sempre più esigua, passando sotto il dominio di diverse potenze: romani, bizantini, arabi, crociati, mamelucchi, turchi ottomani e infine gli inglesi.

800-1920 - La fuga dalla persecuzione

Nel periodo tra l’800 e i primi anni del 900, l’Europa fu scossa da ondate antisemite che portarono a violenze e stermini contro il popolo ebraico. Molti di loro fuggirono, soprattutto verso l’America. Tuttavia, alcuni ritornarono nella terra dei loro antenati, dove, finita la Prima Guerra Mondiale, l’Impero Ottomano fu sostituito dall’Impero Britannico.

1933 - L'ascesa di Hitler

Nel 1933, con l’ascesa al potere di Hitler in Germania, la persecuzione divenne ancora più intensa. Circa 400.000 Ebrei cercarono rifugio, ma gli inglesi in Palestina gli impedirono di entrare, bloccando di fatto la fuga dai campi di concentramento nazisti.

1947 - La divisione dell'ONU

Nel 1947, gli inglesi lasciarono la Palestina e l’ONU decise di dividere il territorio tra uno stato ebraico e uno stato palestinese. Gli ebrei avrebbe avuto il 55% del territorio, mentre il restante 45% sarebbe andato agli arabi. Tuttavia, i palestinesi, sostenuti dagli stati arabi, non riconobbero questa risoluzione e iniziarono “una guerra”.

L’anno seguente, più precisamente il 14 maggio 1948, il suo presidente provvisorio, David Ben Gurion, proclamò la nascita dello stato ebraico. Ma appena fece questa dichiarazione, sei eserciti della Lega Araba lo attaccarono. Nonostante le sfide, il nascente stato ebraico riuscì a resistere e a consolidare la sua presenza.

Negli anni successivi, vi furono numerosi conflitti e sfide. La questione dei rifugiati palestinesi, l’occupazione di territori e le tensioni con i paesi arabi hanno continuato a definire e modificare il territorio. Tuttavia, ci furono anche momenti di speranza, come gli accordi di pace di Oslo nel 1993, dove sembrava si potesse finalmente trovare una soluzione pacifica con i palestinesi. Ma così non fu, e anche nel 2023…

Non perderti le novità

Contenuti di questa pagina

Inserisci nuovi elementi al tuo articolo n°7811

PROMO € 15

Pubblica nella categoria di pregio, inserisci un link esterno con proprietà dofollow, incorpora un video Youtube e carica altre 2 immagini