Il media di riferimento per le donne moderne: il sito dedicato alle mamme di oggi e domani, dove trovare consigli, ispirazioni e supporto.

Perché insegnare le lingue straniere ai bambini già da piccoli

Questo articolo è stato letto 9829  volte

Redazione esterna

Perché è bene insegnare una nuova lingua ai bambini già da piccoli? E qual è il metodo migliore per attuare l'assimilazione del nuovo idioma?

L'apprendimento delle lingue straniere è ormai fondamentale in un mondo sempre più globalizzato e senza barriere.

“Tutto il mondo è paese”: in questo proverbio si racchiude quella che è la realtà odierna. Non ci sono più confini linguistici, politici e sociali, o meglio si sono drasticamente limitati e grazie a ciò è possibile comunicare con chiunque e in qualunque parte del mondo.

Le generazioni odierne vivono in una società che richiede sempre maggiori competenze linguistiche, e la lingua inglese è ormai quella più diffusa, la più insegnata e la più utilizzata in ambito scolastico e professionale. Per questo motivo è fondamentale insegnare le lingue straniere ai bambini già da piccoli perché ciò che favorisce maggiormente l’apprendimento di una lingua straniera, è quanto più presto queste vengono insegnate. Il periodo  più adatto per l’insegnamento è quello che precede i 10 anni, in quanto la mente del bambino gioverà di una maggiore flessibilità, rapidità nell’apprendimento e di una una memorizzazione migliore.

 

Quali benefici comporta l'apprendimento di una lingua straniera?

I bambini che imparano una lingua straniera riscontrano un miglioramento delle funzioni cognitive: il miglioramento della memoria, una maggiore capacità multitasking, migliora inoltre la capacità di concentrazione, limitando le distrazioni e aumenta la competenza del Problem-solving (la capacità di risoluzione di una problematica nel più breve tempo possibile e con il minor dispendio di energie).

Imparare un lingua straniera permette di eliminare quelle che sono le barriere geografiche e sociali tra le persone, permette di conoscere e apprezzare maggiormente le culture diverse da quella propria e di avere uno sguardo sul mondo differente, più inclusivo e tollerante, allenando il bambino ad avere una mentalità più aperta e flessibile.

I bambini bilingui sono in grado di apprendere nuove lingue più facilmente e di distinguere diverse lingue straniere anche se non le conoscono. Hanno inoltre un orecchio più sviluppato e allenato all’ascolto. 

Un altro beneficio molto utile per il bambino è quello legato al futuro ambito lavorativo. Infatti è sempre più rilevante la competenza linguistica in qualunque mansione lavorativa, essendo questa un’abilità molto richiesta e apprezzata.

Quali sono i migliori metodi di insegnamento?

Il fatto che i bambini possano apprendere una lingua più velocemente e in maniera più facile rispetto ad un adulto, non significa che sia facile. Per imparare al meglio una lingua occorre seguire un metodo specifico di insegnamento e apprendimento, e un utilizzo della lingua costante affinché diventi per lui/lei facile da utilizzare quasi come la sua lingua madre.

Il metodo migliore è sicuramente quello di introdurre una lingua straniera nella quotidianità del bambino, associandola ai momenti più usuali della giornata ( il pranzo, la scuola, il momento del gioco, l’interazione ordinaria tra i genitori e i piccoli). I bambini apprendono inizialmente attraverso l’imitazione degli adulti, per questo motivo avere almeno uno dei due genitori, un docente o una figura adulta rilevante (una tata, un babysitter…) che parla un’altra lingua è molto vantaggioso. Altrettanto importante come metodo è lo svolgimento costante di alcune di queste attività ludiche: la visione di un film in lingua straniera, l’ascolto di canzoni, storie o filastrocche e lo svolgimento di un gioco interamente in lingua.

Per un apprendimento migliore e funzionale, il metodo migliore è quindi, quello di introdurre l’uso della nuova lingua al pari della lingua madre, utilizzandola nei momenti principali della giornata precedentemente indicati, utilizzando sicuramente il gioco come mezzo principale per l’acquisizione di un idioma.

Non perderti le novità

Contenuti di questa pagina

Inserisci nuovi elementi al tuo articolo n°2088

PROMO € 15

Pubblica nella categoria di pregio, inserisci un link esterno con proprietà dofollow, incorpora un video Youtube e carica altre 2 immagini