Il media di riferimento per le donne moderne: il sito dedicato alle mamme di oggi e domani, dove trovare consigli, ispirazioni e supporto.

Cambiare città per motivi lavorativi: come mitigare il trauma dei bambini durante la transizione

Questo articolo è stato letto +30K  volte

OKmamma

Uno dei cambiamenti più significativi per i bambini durante il trasferimento è la transizione verso una nuova scuola.

Per un bambino cambiare scuola significa cambiare (radicalmente) vita

Il mondo moderno spinge molte famiglie a prendere decisioni difficili, come quella di cambiare città per motivi lavorativi. Sebbene questa scelta possa offrire opportunità professionali e personali, può anche rappresentare un periodo di grande turbamento per i bambini. La transizione implica l’addio alla scuola, alle abitudini quotidiane e agli amici, lasciando i figli a confrontarsi con un ambiente completamente nuovo. Spesso inoltre il trasloco determina anche un cambiamento radicale nello stile di vita, passando per esempio dalla campagna alla città o viceversa. Tutto ciò può destabilizzare il soggetto giovane che potrebbe sentirsi fuori luogo o inadatto al nuovo contesto. Tuttavia, ci sono modi per prevenire disagi e mitigare il trauma che questi possono sperimentare durante tale cambiamento radicale. In questo articolo, esploreremo alcune strategie utili per aiutarli ad adattarsi al meglio a una nuova città.

Comunicazione aperta e sincera

Uno dei modi più efficaci per attenuare l’impatto del cambiamento sulla vita dei bambini è mantenere una comunicazione aperta e sincera. I genitori dovrebbero spiegare chiaramente i motivi del trasferimento e fornire un contesto comprensibile ai loro figli. Ovviamente enfatizzare i lati positivi del trasloco può aiutare a generare una visione positiva del tutto, ma la sincerità e la comunicazione rimangono alla base del rapporto genitore figlio. Creare uno spazio in cui si sentano liberi di esprimere le proprie preoccupazioni e paure è fondamentale per affrontare l’ansia legata al cambiamento.

Coinvolgere i bambini nelle decisioni

Coinvolgerli nel processo decisionale può fare la differenza nella loro accettazione del cambiamento. Discutere insieme delle possibili scelte di scuola, quartiere e attività ricreative nella nuova città può aiutare i bambini a sentirsi parte attiva della transizione. In questo modo, si sentiranno più coinvolti e avranno un senso di controllo sulla loro nuova vita, riducendo l’eventuale ansia e stress. Ovviamente la loro valutazione non potrà essere obiettiva ed analitica rispetto alle tematiche citate, ma dare loro l’impressione di scegliere qualcosa in questo grande cambiamento li aiuterà a giudicare il tutto in modo positivo.

Fare ricerche sulla nuova città

Prima del trasferimento, è importante fare ricerche sulla nuova città insieme ai bambini. Esplorare insieme i luoghi di interesse, i parchi, le biblioteche, i centri sportivi e altre attività ricreative può creare un senso di entusiasmo e anticipazione. Questo permetterà ai figli di immaginare la loro nuova vita nella città e potranno iniziare a sviluppare un senso di appartenenza ancor prima di trasferirsi. Anche parlare con persone del circondario può aiutare a creare legami di amicizia ancora prima del trasloco, generando l’immagine di un ambiente accogliente e inibendo la paura della solitudine che in questa fase si instaura facilmente.

Mantenere i legami con gli amici precedenti

Mantenere i legami con gli amici precedenti è essenziale per aiutare i bambini a superare il trauma del trasferimento. Incoraggiarli a mantenere i contatti attraverso le piattaforme di social media, videochiamate o organizzando incontri durante le vacanze può aiutare a preservare le relazioni importanti. Inoltre, cercare opportunità per far incontrare i vecchi amici con i nuovi può facilitare l’integrazione sociale dei bambini nella loro nuova città. D’altro canto invece, preservare in maniera troppo forte le relazioni della vecchia zona, potrebbe inibire in parte le nuove conoscenze, facendo sentire il figlio già parte di un gruppo di amici, anche se lontani. Di conseguenza risulta fondamentale dosare bene i contatti con le precedenti amicizie stimolando l’integrazione del bambino.

Sostenere l'adattamento alla nuova scuola

Uno dei cambiamenti più significativi per i bambini durante il trasferimento è la transizione verso una nuova scuola. È fondamentale fornire un supporto adeguato per facilitare l’adattamento scolastico. Prendere contatto con gli insegnanti prima del trasferimento può aiutare a creare una comunicazione aperta riguardo alle esigenze e alle preoccupazioni che si possono creare. Inoltre, incoraggiare l’iscrizione a club o attività extrascolastiche può facilitare l’integrazione sociale e creare nuove opportunità di amicizia, aumentando i contatti con nuove persone in contesti diversi da quello scolastico.

In sintesi, cambiare città per motivi lavorativi può rappresentare un’esperienza traumatica per i bambini, ma con l’adozione di strategie appropriate, i genitori possono mitigare l’impatto negativo. La comunicazione aperta, coinvolgere i bambini nelle decisioni, fare ricerche sulla nuova città, mantenere i legami con gli amici precedenti e sostenere l’adattamento alla nuova scuola sono tutte misure che possono rendere la transizione più agevole. Ricordiamo che ogni bambino è un individuo unico e il supporto e la comprensione dei genitori sono fondamentali per aiutarli a superare i disagi e a costruire una nuova vita felice nella loro nuova città.

Non perderti le novità

Contenuti di questa pagina

Inserisci nuovi elementi al tuo articolo n°4483

PROMO € 15

Pubblica nella categoria di pregio, inserisci un link esterno con proprietà dofollow, incorpora un video Youtube e carica altre 2 immagini