Il media di riferimento per le donne moderne: il sito dedicato alle mamme di oggi e domani, dove trovare consigli, ispirazioni e supporto.

Telefoni, tablet, computer. Il rapporto tra i figli e la tecnologia

Questo articolo è stato letto +32K  volte

OKmamma

I bambini dovrebbero creare ambienti sicuri online, attraverso relazioni con gli altri di tipo positivo basate sull’empatia. Questo approccio dov'essere insegnato già alla scuola primaria

Educazione digitale per i bambini di scuola primaria

Ogni giorno ci ritroviamo davanti a uno schermo. La digitalizzazione è ormai un fenomeno che riguarda ogni sfera della vita sociale, privata e pubblica, ed è per questo che si rende sempre più necessaria un’educazione digitale. I bambini della scuola primaria, nati nell’era di Internet, sono più esposti al nuovo fenomeno e i più bisognosi di guida e supporto.

Perché l’educazione digitale per i bambini

È bene cominciare un percorso di educazione digitale sin dalla scuola primaria per sensibilizzare i bambini a un uso corretto e responsabile della rete. Le nuove tecnologie digitali, infatti, seppur utilissime celano anche tranelli, inganni e insidie da cui i più piccoli devono essere protetti. Considerando Internet come un’immensa risorsa, e non un capro espiatorio da additare ciecamente, gli educatori dovrebbero fornire ai bambini gli strumenti e le conoscenze per vivere nel mondo online, come in quello offline, in modo da essere soggetti attivi e non passivi nella rete.

L’educazione digitale alla scuola primaria

Per le scuole primarie è diventato essenziale prevedere un corso di educazione digitale accanto a quello di educazione civica. In quello stadio della vita molti bambini hanno avuto solo un primo contatto con pc, smartphone e tablet ed è quindi possibile supportarli nella transizione al digitale. Questo per proteggerli dai rischi a cui potrebbero essere esposti senza una guida: dipendenza, atteggiamenti violenti e autolesionismo, cyberbullismo, adescamento. Invece, si dovrebbe imparare a utilizzare le tecnologie in modo efficace e responsabile per sviluppare la cosiddetta “intelligenza digitale”. Questa serve a usare gli strumenti digitali per esprimere la propria creatività, trovare soluzioni a problemi individuali e collettivi e aprirsi nuove strade nell’ecosistema-Internet.

Competenze che dovrebbero essere acquisite

Gestire la presenza online. I bambini devono creare un’identità digitale con coscienza ed essere in grado di valutare criticamente le informazioni che trovano sui siti web.

Sicurezza. I piccoli devono essere messi a conoscenza di: pericoli online (saper riconoscere bullismo e inganni), modi per navigare sicuri, siti affidabili, software e antivirus utilizzabili. Dovrebbero anche chiedere supporto ai genitori, visitare siti adatti a loro e interagire solo con persone che conoscono.

Privacy. Il bambino deve sapere come tutelare i suoi dati e quelli altrui e comprendere molti diritti come i copyright.

Tempo online. Devono imparare a controllare il numero di ore davanti allo schermo per evitare dipendenza.

Relazioni online. I bambini dovrebbero creare ambienti sicuri online, attraverso relazioni con gli altri di tipo positivo basate sull’empatia.

Sicurezza in rete?

NeoConnessi offre a docenti, genitori e nonni risorse educative, approfondimenti, spunti di riflessione e consigli per accompagnare i bambini dai 9 agli 11 anni alla scoperta del mondo digitale in maniera sicura ed equilibrata.

Non perderti le novità

Contenuti di questa pagina

Inserisci nuovi elementi al tuo articolo n°737

PROMO € 15

Pubblica nella categoria di pregio, inserisci un link esterno con proprietà dofollow, incorpora un video Youtube e carica altre 2 immagini